SPEDIZIONE & RESO GRATUITI

Per ordini maggiori di 50€

SODDISFATTI O RIMBORSATI

Entro 14gg dalla consegna

ASSISTENZA CLIENTI

08:00 - 22:00

CHIAMACI ORA
080 96 42 897080 96 41 835
0Prodotto(i)

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.

EROGATORI E ACCESSORI

   

Articoli da 1 a 12 di 82 totali

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5

   

Articoli da 1 a 12 di 82 totali

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5


Erogatori Scubapro, Mares e Cressi in vendita online su Dive Blu Shop

Gli erogatori sub migliori in offerta tra primo stadio, secondo stadio, octopus e kit erogatore

Dive Blu Shop ha selezionato per te i migliori erogatori subacquei Scubapro, Mares e Cressi dall’ottimo rapporto di capacità di flusso e resistenza alla respirazione, garantendo ottime prestazione durante l’immersione. Il tutto senza dimenticare la garanzia di assistenza e revisione degli erogatori sub da parte di istruttori subacquei del settore, pronti a rispondere alle tue richieste e domande via chat, email o telefono. Ricordati che per utilizzare l’erogatore subacqueo dovrai collegarlo al GAV e alla bombola, oltre all’assemblaggio degli accessori.

In caso di bisogno, Dive Blu Shop può assemblare gli accessori, su richiesta, in fase di acquisto!

Com’è fatto un erogatore sub? Erogatore primo stadio e secondo stadio

L’erogatore sub regola il flusso d’aria contenuto nella bombola e riduce l’alta pressione contenuta in modo da rendere l’aria al livello di quella dell’ambiente circostante. L’erogatore ti fornisce aria solo quando inspiri e quindi a richiesta, agevolandoti la pratica. Gli erogatori sono attrezzature subacquee sicure e molto semplici, costituite da due stadi: l’erogatore primo stadio è collegato alla rubinetteria della bombola, mentre l’erogatore secondo stadio è costituito da un boccaglio. I due stadi nel complesso riducono quindi la pressione dell’aria che proviene dalla bombola. Il primo stadio riduce l’alta pressione della bombola portandola tra i 7 e 10bar (una pressione intermedia ma comunque superiore rispetto alla pressione dell’aria circostante), il secondo stadio invece porta questa pressione intermedia, in uscita dal primo stadio, alla pressione ambiente dell’acqua che ti circonda. Questo sistema ti permetterà di respirare senza nessuna fatica. L’erogatore secondo stadio è costituito da un camera d’aria contenente una membrana flessibile generalmente di silicone, una valvola di immissione avente una leva, un boccaglio ed una valvola di scarico.

Cosa succede quando inspiri ed espiri con l’erogatore?

La valvola di immissione si apre poiché inspirando la membrana flessibile si ritrae verso l’interno facendo spingere la leva della valvola stessa. Al contrario quando non inspiri, aumenta la pressione nel secondo stadio, la membrana ritorna alla sua posizione iniziale e la leva chiude così la valvola. Il flusso d’aria è possibile controllarlo anche manualmente attraverso il pulsante di spurgo. Espirando con l’erogatore sub, invece, apri la valvola di scarico e l’aria va via per mezzo delle aperture della valvola stessa. A garanzia della sicurezza dell’erogatore, la valvola di scarico rimarrà sempre chiusa nei momenti in cui non espiri: ciò impedirà l’ingresso di acqua nell’erogatore.

Manutenzione degli erogatori sub, un po’ di consigli utili

Ricordati di sciacquare l’erogatore dopo ogni utilizzo! Quando è ancora collegato alla bombola, immergilo, dopodiché sciacqualo con acqua corrente: in questo caso dovrai avere il rubinetto aperto in modo da evitare che entri acqua al primo stadio tramite la valvola. Se ti capita inavvertitamente di sciacquarlo quando è già scollegato dalla bombola, allora rimetti il tappo del primo stadio onde evitare che entri acqua, sciacqua l’erogatore sub solo con acqua corrente e fai attenzione a non premere il pulsante di erogazione durante la procedura. Se apri il pulsante, infatti, ricordati che in questo modo apri la valvola di immissione del secondo stadio con il rischio di far entrare l’acqua dalla frusta arrivando al primo stadio. Mentre risciacqui l’erogatore, inoltre, fai passare l’acqua corrente tra i fori dell’erogatore (eccetto l’ingresso del primo stadio chiuso dal tappo) e lungo il boccaglio del secondo stadio. Durante queste procedure, mantieni l’erogatore primo stadio più alto del secondo stadio così da minimizzare il rischio che sia entrata acqua al suo interno. Tuttavia vi diamo un consiglio: a fine pulizia, collegate l’erogatore alla bombola e fate uscire un po’ d’acqua in modo da cacciar via quella poca acqua entrata accidentalmente. Nel momento in cui si ripone l’erogatore nella borsa, evita di piegarlo marcatamente, le fruste dovranno formare delle curve dolci e ampie. Evita di appenderlo per uno stadio o dalla frusta. Affinché il tuo erogatore sub abbia un ciclo di vita più longevo nel tempo è necessario lubrificarlo, regolarlo e fare delle ispezioni periodiche.

Affidati a Dive Blu Shop per una manutenzione del tuo erogatore sub completa! È buona prassi affidarlo a tecnici professionisti per un controllo annuale ed ogni qualvolta che l’erogatore presenta perdite o mal funzionamento. Dive Blu Shop presenta un team di massimi esperti del settore subacqueo, istruttori sub professionisti pronti a fornire assistenza tecnica, manutenzione e consigli di acquisto delle tue attrezzature subacquee.

Come svuotare l’erogatore sub dall’acqua e come recuperarlo se ti sfugge?

L’erogatore può riempirsi di acqua quando lo togli di bocca. In questo caso puoi svuotare l’erogatore sub o soffiando nel secondo stadio dell’erogatore tenendo la valvola di scarico nel punto più basso in verticale o ancora premendo il pulsante di spurgo. In tal caso però, fai attenzione a tappare il boccaglio con la lingua in modo da evitare che l’acqua possa fluire in bocca. E se ti cade di bocca? Per recuperare l’erogatore potrai applicare il metodo della rotazione del braccio: dovrai abbassare la spalla destra e far ruotare il braccio all’indietro e poi in avanti. Con questo metodo riuscirai a prendere in mano la frusta ed il secondo stadio. Rimetti il secondo stadio in bocca ed esegui la procedura di svuotamento come già indicata. Un altro modo per recuperare l’erogatore sub è per mezzo del metodo della rubinetteria: metti la mano dietro la testa e cerca il punto di collegamento del primo stadio con la bombola.